This page was last modified on 28 July 2014, at 12:50.

Italia:Programmi del terzo ciclo (Dottorato)

Da Eurydice.

Sintesi Italia

Contents

Italia:Panorama politico, sociale ed economico e tendenze

Italia:Sintesi storica

Italia:Principali organi esecutivi e legislativi

Italia:Popolazione: situazione demografica, lingue, religioni

Italia:Situazione politica ed economica

Italia:Organizzazione e gestione

Italia:Principi fondamentali e politiche nazionali

Italia:Strategie per l'apprendimento permanente

Italia:Organizzazione e struttura del sistema educativo

Italia:Istruzione privata

Italia:Quadro di riferimento nazionale delle qualifiche

Italia:Amministrazione e gestione a livello centrale e/o regionale

Italia:Amministrazione e gestione a livello locale e/o di istituto

Italia:Dati statistici sull'organizzazione e la gestione

Italia:Finanziamento dell'istruzione

Italia:Finanziamento dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Finanziamento dell'istruzione superiore

Italia:Finanziamento dell'educazione e formazione degli adulti

Italia:Educazione e cura della prima infanzia

Italia:Organizzazione dei programmi per bambini di età inferiore a 2-3 anni

Italia:Insegnamento e apprendimento nei programmi per bambini di età inferiore a 2-3 anni

Italia:Valutazione nei programmi per bambini di età inferiore a 2-3- anni

Italia:Organizzazione dei programmi per bambini di età superiore a 2-3 anni

Italia:Insegnamento e apprendimento nei programmi per bambini di età superiore a 2-3 anni

Italia:Valutazione nei programmi per bambini di età superiore a 2-3- anni

Italia:Varianti organizzative e strutture alternative nell'educazione dell'infanzia

Italia:Istruzione primaria

Italia:Organizzazione dell'istruzione primaria

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione primaria

Italia:Valutazione nell'istruzione primaria

Italia:Varianti organizzative e strutture alternative nell'istruzione primaria

Italia:Istruzione secondaria e post-secondaria non terziaria

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Organizzazione dell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Valutazione nell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Istruzione superiore

Italia:Tipi di istituti di istruzione superiore

Italia:Programmi del primo ciclo

Italia:Programmi triennali

Italia:Istruzione superiore di ciclo breve

Italia:Programmi del secondo ciclo

Italia:Programmi che portano ad altri titoli di secondo e di terzo livello

Italia:Programmi del terzo ciclo (Dottorato)

Italia:Istruzione e formazione degli adulti

Italia:Suddivisione delle responsabilità

Italia:Sviluppi e priorità politiche attuali

Italia:Principali istituti che offrono istruzione e formazione degli adulti

Italia:Principali tipologie di offerta

Italia:Validazione dell’apprendimento non formale e informale

Italia:Insegnanti e altro personale dell'istruzione

Italia:Formazione iniziale degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Condizioni di servizio degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Sviluppo professionale continuo degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Formazione iniziale del personale accademico nell'istruzione superiore

Italia:Condizioni di servizio del personale accademico

Italia:Sviluppo professionale continuo del personale accademico

Italia:Formazione iniziale degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Condizioni di servizio degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Sviluppo professionale continuo degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Personale dirigente e altro personale dell'istruzione

Italia:Personale dirigente nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Personale responsabile del controllo della qualità nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Personale responsabile dell'orientamento nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Altro personale dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Personale dirigente per l'istruzione superiore

Italia:Altro personale dell'istruzione superiore

Italia:Personale dirigente nell'educazione degli adulti

Italia:Altro personale dell'educazione degli adulti

Italia:Assicurazione di qualità

Italia:Assicurazione di qualità nell'educazione della prima infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Assicurazione di qualità nell'istruzione superiore

Italia:Assicurazione di qualità nell'educazione degli adulti

Italia:Sostegno educativo e orientamento

Italia:Offerta per i bisogni educativi speciali all'interno dell'istruzione ordinaria

Italia:Offerta separata per i bisogni educativi speciali nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Misure di supporto agli alunni nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Orientamento e counseling nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Misure di supporto agli studenti nell'istruzione superiore

Italia:Orientamento e counseling nell'istruzione superiore

Italia:Misure di supporto ai discenti nell'educazione degli adulti

Italia:Orientamento e counseling in un approccio di lifelong learning

Italia:Mobilità e internazionalizzazione

Italia:Mobilità nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Mobilità nell'istruzione superiore

Italia:Mobilità nell'educazione degli adulti

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'istruzione superiore

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'educazione degli adulti

Italia:Accordi bilaterali e cooperazione internazionale

Italia:Riforme in corso e sviluppi nelle politiche educative

Italia:Riforme nell’educazione e cura della prima infanzia

Italia:Riforme nell’istruzione scolastica

Italia:Riforme nell’istruzione e formazione professionale e nell’apprendimento degli adulti

Italia:Riforme nell’istruzione superiore

Italia:Riforme relative alle competenze trasversali e all’occupabilità

Italia:Prospettiva europea

Italia:Normativa

Italia:Glossario

Sia le università che le istituzioni dell'Alta formazione artistica e musicale (Afam) organizzano programmi del terzo ciclo (Dottorato), della durata minima di 3 anni.

I corsi hanno il fine di fornire le competenze necessarie per esercitare attività di ricerca altamente qualificata.

I programmi del terzo ciclo organizzati presso le università portano al conseguimento del Dottorato di ricerca, mentre al termine dei corsi offerti nell’ambito dell’Afam, viene rilasciato il Diploma accademico di formazione alla ricerca.

Oltre ai corsi di Dottorato e Formazione alla ricerca, le università e le istituzioni Afam possono offrire anche ulteriori corsi di studio che portano all'ottenimento di altri titoli di terzo livello.

I titoli riconosciuti nel sistema di istruzione e formazione sono descritti nel Quadro nazionale delle qualifiche (NQF). I titoli rilasciati dalle università e dalle istituzioni Afam sono descritti anche nel Quadro dei titoli italiani (QTI).

Organizzazione degli studi di Dottorato

I corsi di dottorato sono offerti in tutte le aree e settori dello studio e della ricerca universitari.

I corsi di dottorato di ricerca e le sedi in cui si svolgono devono essere accreditati dal Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca (MIUR), su conforme parere dell'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR).

L’accreditamento può essere richiesto dalle università e da qualificate istituzioni italiane di formazione e ricerca avanzate.

I soggetti accreditati disciplinano, con proprio regolamento, le modalità di accesso e di conseguimento del titolo, gli obiettivi formativi e il relativo programma di studi, la durata, il contributo per l'accesso e la frequenza, il numero, le modalità di conferimento e l'importo delle borse di studio.

Le università possono istituire corsi di dottorato anche sulla base di accordi e convenzioni con altri istituti universitari ed enti di ricerca, pubblici o privati, italiani o stranieri (dottorato internazionale), e con imprese di ricerca e sviluppo (dottorato industriale). In questi casi, il titolo accademico è comunque rilasciato dalle istituzioni universitarie.

Le istituzioni di Alta formazione artistica e musicale (Afam) offrono corsi di formazione alla ricerca equiparati al dottorato universitario.

I corsi sono organizzati in tutte le aree e settori dell’alta formazione artistica musicale e coreutica.

Le istituzioni Afam possono istituire corsi di formazione alla ricerca anche in consorzio o in convenzione con altre istituzioni Afam, università e con soggetti pubblici o privati anche stranieri.

Sia i corsi di dottorato che i corsi di formazione alla ricerca devono avere una durata minima di 3 anni.

Requisiti di ammissione

Per accedere ai programmi del terzo ciclo, sia presso le università che le istituzioni Afam, è necessario superare una selezione pubblica.

Alla selezione per i corsi di Dottorato di ricerca si accede con una laura magistrale o di un titolo conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Possono essere ammessi anche coloro che alla data della selezione non sono ancora in possesso del titolo ma, in caso di esito positivo, dovranno conseguire il titolo entro il 31 ottobre successivo alla selezione per essere ammessi al corso.

Il bando per la selezione deve essere redatto sia in italiano che in inglese ed essere pubblicato sul sito del soggetto che offre il dottorato, sul sito del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e sul sito Euraxess. Inoltre, deve indicare il numero di posti disponibili, i requisiti per l’accesso, i criteri di valutazione dei titoli, le prove, scritte e/o orali, previste per la selezione, le borse di studio previste e gli oneri a carico dei futuri dottorandi.

La selezione per i corsi di dottorato deve concludersi entro il 30 settembre di ogni anno.

Alla selezione pubblica per i corsi di formazione alla ricerca si accede con un titolo del secondo ciclo ottenuto presso una università (laurea magistrale) o istituzione Afam (Diploma accademico di secondo livello), o con altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.

Il bando per la selezione deve essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e ne deve essere data comunicazione al Miur. Il bando deve indicare il numero di posti disponibili, le modalità di svolgimento delle prove, il numero e l’ammontare delle borse di studio.

Status dello studente/candidato al Dottorato

Chi è ammesso a un corso di dottorato ha lo status di studente e ha un impegno di studio esclusivo e a tempo pieno. Durante la durata degli studi il dottorando può svolgere attività di tutorato e, per un massimo di 40 ore annuali, anche attività didattica.

Se lo studente è anche dipendente pubblico ha diritto all’aspettativa per il periodo della durata normale del corso; alle dottorande si applicano le norme in vigore a tutela della maternità.

Al superamento della selezione pubblica può essere assegnata una borsa di studio di durata annuale rinnovabile se il dottorando ha svolto tutte le attività previste dal suo piano per l’anno precedente. L’importo minimo delle borse è fissato a livello nazionale con un Decreto del Ministero dell’istruzione e prevede degli incrementi per agevolare lo svolgimento delle attività di ricerca anche all’estero. Quando è prevista l'assegnazione di una borsa, in questa sono comprese anche le spese previdenziali.

Supervisione

Ogni università e istituzione Afam stabilisce proprie regole per la valutazione e la supervisione degli studenti, oltre alle prove di verifica dell’attività svolta.

Ciascun corso di dottorato ha un proprio Collegio di docenti con un proprio coordinatore. Il Collegio progetta e realizza il corso di dottorato e può essere composto da professori, ricercatori universitari e di enti di ricerca anche stranieri, e da esperti altamente qualificati. Le modalità di partecipazione al Collegio sono stabiliti dai singoli regolamenti. Gli studenti possono essere seguiti da un tutor secondo regole e modalità stabilite dall’ateneo.

Ogni corso di formazione alla ricerca presso una istituzione Afam ha un proprio Consiglio del corso con un proprio coordinatore. Il Consiglio è composto da tutti i docenti che afferiscono al corso e che ha il compito di realizzare il corso definendo i piani di studi dei dottoranti, i tempi e le modalità delle verifiche, effettuare le verifiche, ecc.

Sbocchi professionali

Per gli di studi di terzo ciclo, sia presso le università che gli istituti Afam, le tematiche relative all’orientamento e alla transizione alla vita attiva, sono da ricondursi all'interno delle attività didattiche e delle metodologie dei singoli corsi di studio, e pertanto ricadono sotto la responsabilità della struttura didattica che gestisce i rispettivi corsi di studio. Si veda anche la sezione 'Sbocchi professionali' per i programmi triennali.

Valutazione degli studenti

Gli studenti dei corsi di dottorato di ricerca e di formazione alla ricerca sono valutati annualmente ai fini dell’ammissione all’anno successivo, secondo le modalità stabilite nei regolamenti delle singole istituzioni.

Al termine del corso di dottorato e di formazione alla ricerca, gli studenti devono sostenere una verifica finale.

Per i dottorandi delle università, la verifica finale consiste nella presentazione di una tesi di ricerca, redatta in italiano e in inglese, che contribuisca all'avanzamento delle conoscenze o delle metodologie nel campo di indagine prescelto. Alla tesi il dottorando deve allegare anche una relazione sulle attività svolte durante il dottorato e sulle eventuali pubblicazioni.

La tesi di dottorato è valutata da almeno due docenti di elevata qualificazione, esterni al collegio del corso. I valutatori esprimono un giudizio analitico scritto sulla tesi e ne propongono l'ammissione alla discussione pubblica o ne rimandano la discussione per un periodo non superiore a sei mesi qualora ritengano necessarie delle integrazioni o modifiche.

La discussione pubblica avviene davanti a una commissione la cui composizione è definita nei regolamenti delle singole università. La commissione approva o respinge la tesi con un giudizio scritto motivato e può attribuire la lode in caso di risultati di particolare rilievo scientifico.

Anche la prova finale per i dottorandi del settore Afam consiste nella discussione pubblica di un progetto di ricerca originale, preventivamente approvato dagli organi di riferimento. La commissione esaminatrice è composta da tre membri altamente qualificati di cui almeno due esterni al consiglio del corso.

Certificazione

Nelle università, a conclusione del corso di dottorato di ricerca, viene rilasciato il titolo accademico di Dottore di Ricerca (Dott. Ric.) o PhD.

Gli istituti Afam rilasciano un Diploma accademico di formazione alla ricerca e il corrispondente titolo di ‘dottore accademico di ricerca’.

La materia è disciplinata dai regolamenti didattici dei singoli istituti.

Varianti organizzative

Per alcuni corsi universitari è stata prevista l'organizzazione degli studi a distanza, anche in forma di consorzio fra più università o con il concorso di altri Enti pubblici e privati.

I regolamenti didattici di Ateneo e dei corsi di studio disciplinano l'eventuale introduzione di apposite modalità organizzative delle attività formative per studenti non impegnati a tempo pieno e la tipologia delle forme didattiche, anche a distanza, degli esami e delle altre verifiche del profitto degli studenti.

Normativa di riferimento

Decreto Ministeriale n° 45 del 8 febbraio 2013 (accreditamento corsi di dottorato)

Legge 30 dicembre 2010, n. 240 (organizzazione delle università)

DPR 8 luglio 2005, n. 212 (ordinamenti didattici Afam)

DPR 28 febbraio 2003, n. 132 (autonomia delle istituzioni Afam)

DM 22 ottobre 2004, n. 270 (organizzazione didattica università)

DM 3 novembre 1999, n. 509 (organizzazione didattica università)

Legge 21 dicembre 1999, n. 508 (riforma Afam)