This page was last modified on 22 October 2015, at 11:26.

Italia:Principali tipologie di offerta

Da Eurydice.

Sintesi Italia

Contents

Italia:Panorama politico, sociale ed economico e tendenze

Italia:Sintesi storica

Italia:Principali organi esecutivi e legislativi

Italia:Popolazione: situazione demografica, lingue, religioni

Italia:Situazione politica ed economica

Italia:Organizzazione e gestione

Italia:Principi fondamentali e politiche nazionali

Italia:Strategie per l'apprendimento permanente

Italia:Organizzazione e struttura del sistema educativo

Italia:Istruzione privata

Italia:Quadro di riferimento nazionale delle qualifiche

Italia:Amministrazione e gestione a livello centrale e/o regionale

Italia:Amministrazione e gestione a livello locale e/o di istituto

Italia:Dati statistici sull'organizzazione e la gestione

Italia:Finanziamento dell'istruzione

Italia:Finanziamento dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Finanziamento dell'istruzione superiore

Italia:Finanziamento dell'educazione e formazione degli adulti

Italia:Educazione e cura della prima infanzia

Italia:Organizzazione dei programmi per bambini di età inferiore a 2-3 anni

Italia:Insegnamento e apprendimento nei programmi per bambini di età inferiore a 2-3 anni

Italia:Valutazione nei programmi per bambini di età inferiore a 2-3- anni

Italia:Organizzazione dei programmi per bambini di età superiore a 2-3 anni

Italia:Insegnamento e apprendimento nei programmi per bambini di età superiore a 2-3 anni

Italia:Valutazione nei programmi per bambini di età superiore a 2-3- anni

Italia:Varianti organizzative e strutture alternative nell'educazione dell'infanzia

Italia:Istruzione primaria

Italia:Organizzazione dell'istruzione primaria

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione primaria

Italia:Valutazione nell'istruzione primaria

Italia:Varianti organizzative e strutture alternative nell'istruzione primaria

Italia:Istruzione secondaria e post-secondaria non terziaria

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Organizzazione dell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Valutazione nell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Istruzione superiore

Italia:Tipi di istituti di istruzione superiore

Italia:Programmi del primo ciclo

Italia:Programmi triennali

Italia:Istruzione superiore di ciclo breve

Italia:Programmi del secondo ciclo

Italia:Programmi che portano ad altri titoli di secondo e di terzo livello

Italia:Programmi del terzo ciclo (Dottorato)

Italia:Istruzione e formazione degli adulti

Italia:Suddivisione delle responsabilità

Italia:Sviluppi e priorità politiche attuali

Italia:Principali istituti che offrono istruzione e formazione degli adulti

Italia:Principali tipologie di offerta

Italia:Validazione dell’apprendimento non formale e informale

Italia:Insegnanti e altro personale dell'istruzione

Italia:Formazione iniziale degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Condizioni di servizio degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Sviluppo professionale continuo degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Formazione iniziale del personale accademico nell'istruzione superiore

Italia:Condizioni di servizio del personale accademico

Italia:Sviluppo professionale continuo del personale accademico

Italia:Formazione iniziale degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Condizioni di servizio degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Sviluppo professionale continuo degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Personale dirigente e altro personale dell'istruzione

Italia:Personale dirigente nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Personale responsabile del controllo della qualità nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Personale responsabile dell'orientamento nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Altro personale dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Personale dirigente per l'istruzione superiore

Italia:Altro personale dell'istruzione superiore

Italia:Personale dirigente nell'educazione degli adulti

Italia:Altro personale dell'educazione degli adulti

Italia:Assicurazione di qualità

Italia:Assicurazione di qualità nell'educazione della prima infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Assicurazione di qualità nell'istruzione superiore

Italia:Assicurazione di qualità nell'educazione degli adulti

Italia:Sostegno educativo e orientamento

Italia:Offerta per i bisogni educativi speciali all'interno dell'istruzione ordinaria

Italia:Offerta separata per i bisogni educativi speciali nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Misure di supporto agli alunni nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Orientamento e counseling nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Misure di supporto agli studenti nell'istruzione superiore

Italia:Orientamento e counseling nell'istruzione superiore

Italia:Misure di supporto ai discenti nell'educazione degli adulti

Italia:Orientamento e counseling in un approccio di lifelong learning

Italia:Mobilità e internazionalizzazione

Italia:Mobilità nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Mobilità nell'istruzione superiore

Italia:Mobilità nell'educazione degli adulti

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'istruzione superiore

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'educazione degli adulti

Italia:Accordi bilaterali e cooperazione internazionale

Italia:Riforme in corso e sviluppi nelle politiche educative

Italia:Riforme nell’educazione e cura della prima infanzia

Italia:Riforme nell’istruzione scolastica

Italia:Riforme nell’istruzione e formazione professionale e nell’apprendimento degli adulti

Italia:Riforme nell’istruzione superiore

Italia:Riforme relative alle competenze trasversali e all’occupabilità

Italia:Prospettiva europea

Italia:Normativa

Italia:Glossario


I CPIA offrono percorsi di primo livello (suddivisi in primo e secondo periodo didattico) e percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana, mentre i percorsi di secondo livello (articolati in tre periodi didattici) vengono realizzati dalle scuole secondarie superiori presso le quali funzionano percorsi di istruzione tecnica, professionale e artistica, rimanendo in esse incardinati.

I percorsi di istruzione di primo livello sono finalizzati al conseguimento del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione e della certificazione attestante l’acquisizione delle competenze di base legate all’obbligo di istruzione. I percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana, destinati agli adulti stranieri, sono finalizzati al conseguimento di un titolo attestante il raggiungimento di un livello della conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa. Infine, i percorsi di istruzione di secondo livello sono finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione tecnica, professionale e artistica, e si svolgono, come anticipato in precedenza, in istituti di istruzione secondaria superiore che offrono tale tipo di istruzione.

Tutti i percorsi sono organizzati in modo da consentire la personalizzazione dell’iter formativo sulla base di un Patto formativo individuale, che viene definito previo riconoscimento dei saperi e delle competenze formali, informali e non formali possedute dall’adulto. Una Commissione si occupa di attivare – su richiesta dell’adulto – un percorso articolato in tre fasi (identificazione, validazione, attestazione) finalizzato proprio alla definizione del Patto formativo individuale. La fase dell’identificazione prevede l’individuazione e la messa in trasparenza delle competenze degli adulti acquisite nell’ambito dell’apprendimento formale, non formale e informale; la fase della valutazione prevede l’accertamento del possesso delle competenze degli adulti acquisite nei suddetti contesti e, infine, la fase dell’attestazione prevede il rilascio del certificato di riconoscimento dei crediti per la personalizzazione del percorso. In questa ultima fase, la Commissione certifica il possesso delle competenze individuate e valutate nelle fasi precedenti e le riconosce come crediti riconducibili ad una o più competenze attese al termine del percorso richiesto dall’adulto al momento dell’iscrizione. Con il Patto formativo individuale viene formalizzato il percorso di studio personalizzato (PSP) relativo al periodo didattico del percorso richiesto dall’adulto al momento dell’iscrizione.

Sono previste le seguenti misure relative al carico di lavoro e al monte ore per rispondere alle necessità dell’utenza:

  • Attività di accoglienza ed orientamento finalizzate alla definizione del patto formativo individuale per un massimo del 10% del monte ore totale;
  • Riconoscimento dei crediti acquisiti, delle conoscenze e competenze del discente, acquisite in contesti formali, informali e non formali;
  • Personalizzazione del percorso di studi legato al livello del corso, che può anche essere completato l’anno successivo, in base al patto formativo individuale;
  • Monte ore complessivo pari al 70% del monte ore previsto per i corsi di studi ordinari;
  • Apprendimento a distanza corrsipondente ad un massimo del 20% del monte ore totale.


  1. Offerta per migliorare i risultati nelle competenze di base

I percorsi di istruzione di primo livello sono finalizzati al conseguimento del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione (primo periodo didattico) e della certificazione attestante l’acquisizione delle competenze di base legate all’obbligo di istruzione, relative alle attività e agli insegnamenti generali comuni a tutti gli indirizzi degli istituti professionali e degli istituti tecnici. Gli esiti dei percorsi di istruzione di primo livello vengono definiti “risultati di apprendimento”, e sono stati raggruppati nei seguenti assi culturali: asse dei linguaggi, asse storico-sociale, asse matematico e asse scientifico-tecnologico. I risultati di apprendimento attesi al termine del primo livello sono declinati, per ciascun periodo didattico, in specifiche competenze, conoscenze e abilità, che si riferiscono ai corrispondenti assi culturali.

Possono iscriversi ai corsi di primo livello coloro che hanno compiuto i 18 anni di età, anche con cittadinanza non italiana, che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione o che non hanno le competenze di base connesse all’obbligo di istruzione; e coloro che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione. In presenza di esigenze particolari ed eccezionali, e previa sottoscrizione di apposito accordo tra Ufficio scolastico regionale e Regione, è possibile l’iscrizione dei quindicenni.

Al termine del primo periodo didattico è necessario avere acquisito 22 competenze, e questa costituisce una premessa indispensabile per conseguire i risultati di apprendimento previsti al termine del secondo periodo didattico. I percorsi di primo livello relativi al primo periodo didattico hanno un orario complessivo di 400 ore. Nel caso in cui il discente non sia in possesso della certificazione conclusiva della scuola primaria, l’orario complessivo può essere incrementato fino ad un massimo di ulteriori 200 ore per l’acquisizione delle competenze di base del livello primario di istruzione.

Il secondo periodo didattico prevede l’acquisizione di 16 competenze. I risultati di apprendimento fanno riferimento a quelli previsti per il primo biennio comune dei percorsi di istruzione tecnica e professionale (obbligo scolastico). I percorsi di primo livello relativi al secondo periodo didattico hanno un orario complessivo di 825 ore, destinato allo svolgimento delle attività e degli insegnamenti generali comuni a tutti gli indirizzi degli istituti professionali e degli istituti tecnici.

I percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana, destinati agli adulti stranieri, sono finalizzati al conseguimento di un titolo che attesta il raggiungimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro europeo di riferimento per le lingue, elaborato dal Consiglio d’Europa.

Possono iscriversi ai suddetti percorsi gli adulti con cittadinanza non italiana in età lavorativa, anche in possesso di titoli di studio conseguiti nei paesi di origine.


             2. Offerta per conseguire una qualifica riconosciuta in età adulta

I percorsi di istruzione di secondo livello hanno come obiettivo il conseguimento del diploma di istruzione secondaria superiore di tipo tecnico, professionale e artistico, e si svolgono negli istituti scolastici che offrono tali specializzazioni. I percorsi di secondo livello di istruzione tecnica e professionale si articolano in tre periodi didattici strutturati nel modo seguente: primo periodo didattico, finalizzato all’acquisizione della certificazione necessaria per essere ammessi al secondo biennio dei percorsi degli istituti tecnici o professionali relativi all’indirizzo scelto dallo studente; secondo periodo didattico, finalizzato all’acquisizione della certificazione necessaria per essere ammessi all’ultimo anno dei percorsi degli istituti tecnici o professionali relativi all’indirizzo scelto dallo studente; e terzo periodo didattico finalizzato all’acquisizione del diploma di istruzione tecnica o professionale relativi all’indirizzo scelto dallo studente.

Possono iscriversi ai percorsi di secondo livello coloro che hanno compiuto i 18 anni di età anche con cittadinanza non italiana, che sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione; e coloro che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e che, già in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, dimostrano di non poter frequentare il corso diurno. L’iscrizione è garantita prioritariamente a coloro che intendono conseguire un titolo di studio di livello superiore a quello già posseduto, ferma restando la possibilità a fronte di motivate necessità di consentire, nei limiti dei posti disponibili, l’iscrizione anche agli adulti già in possesso di un titolo di studio conclusivo dei percorsi del secondo ciclo.


            3. Offerta indirizzata alla transizione nel mercato del lavoro

La formazione erogata dai CPIA si propone come risposta ai cambiamenti sociali, economici e professionali costantemente in atto. Essa si prefigge l’obiettivo di contribuire all’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze che siano concretamente capitalizzabili nel percorso di vita dell’adulto. Lo sviluppo delle competenze possedute può così determinare un effetto moltiplicativo che incide sul benessere civico e sociale, incrementando l’accesso al mondo del lavoro. L’interazione tra il mondo del lavoro e il sistema di istruzione-formazione vede il coinvolgimento attivo sia di soggetti pubblici sia privati.

Il sistema pubblico di certificazione delle competenze, ancorato a classificazioni e repertori codificati a livello internazionale, nazionale e regionale, unitamente al Quadro delle qualifiche europee (EQF) e al sistema di trasferimento dei crediti (ECVET) sono i principali strumenti di riferimento su cui si muove l’ampliamento dell’offerta formativa.

L’Accordo per l’ampliamento dell’offerta formativa può essere stipulato con le Regioni con specifico riferimento agli assessorati di competenza con gli enti locali e/o con soggetti pubblici e privati. Il suo fine è ampliare e implementare l’offerta formativa con iniziative legate alle finalità dei CPIA, finalità ancorate e determinate dal contesto culturale, sociale ed economico del territorio.


            4. Offerta di istruzione per adulti aperta a tutti

Il Regolamento che riforma l’istruzione degli adulti include anche i percorsi di istruzione degli adulti negli istituti di prevenzione e pena, che sono finalizzati a rieducare il detenuto alla convivenza civile attraverso azioni positive capaci di aiutarlo nella definizione del proprio progetto di vita e nell’assunzione di responsabilità verso se stessi e la società; l’istruzione costituisce, infatti, il presupposto per la promozione della crescita culturale e civile del detenuto e la base necessaria alla sua formazione professionale, tecnica e culturale.

La programmazione dei percorsi negli istituti di prevenzione e pena deve rendere compatibili i nuovi assetti organizzativi e didattici con i tempi ed i luoghi della detenzione e con la specificità dell’utenza, e deve utilizzare metodi adeguati alla condizione dei soggetti. Pertanto, i CPIA e gli istituti secondari superiori devono apportare i necessari adattamenti organizzativi in relazione alla domanda formativa degli adulti in carcere, alla peculiarietà dei luoghi di apprendimento, e alla variabilità dei tempi di detenzione.

I CPIA e gli istituti scolastici possono, nell’ambito della loro autonomia, realizzare accordi specifici, ad esempio, per la promozione di attività di aggiornamento e formazione del personale, per l’allestimento di laboratori didattici, il potenziamento delle biblioteche, e per interventi di recupero, integrazione e sostegno dei minori e degli adulti anche dopo la loro uscita dal carcere.


            5. Altre tipologie di offerta per adulti finanziata con fondi pubblici

Non sono presenti a livello nazionale altre tipologie di offerta per adulti finanziata con fondi pubblici.