This page was last modified on 12 February 2016, at 12:58.

Italia:Principali organi esecutivi e legislativi

Da Eurydice.

Sintesi Italia

Contents

Italia:Panorama politico, sociale ed economico e tendenze

Italia:Sintesi storica

Italia:Principali organi esecutivi e legislativi

Italia:Popolazione: situazione demografica, lingue, religioni

Italia:Situazione politica ed economica

Italia:Organizzazione e gestione

Italia:Principi fondamentali e politiche nazionali

Italia:Strategie per l'apprendimento permanente

Italia:Organizzazione e struttura del sistema educativo

Italia:Istruzione privata

Italia:Quadro di riferimento nazionale delle qualifiche

Italia:Amministrazione e gestione a livello centrale e/o regionale

Italia:Amministrazione e gestione a livello locale e/o di istituto

Italia:Dati statistici sull'organizzazione e la gestione

Italia:Finanziamento dell'istruzione

Italia:Finanziamento dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Finanziamento dell'istruzione superiore

Italia:Finanziamento dell'educazione e formazione degli adulti

Italia:Educazione e cura della prima infanzia

Italia:Organizzazione dei programmi per bambini di età inferiore a 2-3 anni

Italia:Insegnamento e apprendimento nei programmi per bambini di età inferiore a 2-3 anni

Italia:Valutazione nei programmi per bambini di età inferiore a 2-3- anni

Italia:Organizzazione dei programmi per bambini di età superiore a 2-3 anni

Italia:Insegnamento e apprendimento nei programmi per bambini di età superiore a 2-3 anni

Italia:Valutazione nei programmi per bambini di età superiore a 2-3- anni

Italia:Varianti organizzative e strutture alternative nell'educazione dell'infanzia

Italia:Istruzione primaria

Italia:Organizzazione dell'istruzione primaria

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione primaria

Italia:Valutazione nell'istruzione primaria

Italia:Varianti organizzative e strutture alternative nell'istruzione primaria

Italia:Istruzione secondaria e post-secondaria non terziaria

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria inferiore generale

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria superiore generale

Italia:Organizzazione dell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Valutazione nell'istruzione secondaria superiore professionale

Italia:Organizzazione dell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Insegnamento e apprendimento nell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Valutazione nell'istruzione post-secondaria non terziaria

Italia:Istruzione superiore

Italia:Tipi di istituti di istruzione superiore

Italia:Programmi del primo ciclo

Italia:Programmi triennali

Italia:Istruzione superiore di ciclo breve

Italia:Programmi del secondo ciclo

Italia:Programmi che portano ad altri titoli di secondo e di terzo livello

Italia:Programmi del terzo ciclo (Dottorato)

Italia:Istruzione e formazione degli adulti

Italia:Suddivisione delle responsabilità

Italia:Sviluppi e priorità politiche attuali

Italia:Principali istituti che offrono istruzione e formazione degli adulti

Italia:Principali tipologie di offerta

Italia:Validazione dell’apprendimento non formale e informale

Italia:Insegnanti e altro personale dell'istruzione

Italia:Formazione iniziale degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Condizioni di servizio degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Sviluppo professionale continuo degli insegnanti dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Formazione iniziale del personale accademico nell'istruzione superiore

Italia:Condizioni di servizio del personale accademico

Italia:Sviluppo professionale continuo del personale accademico

Italia:Formazione iniziale degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Condizioni di servizio degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Sviluppo professionale continuo degli insegnanti e dei formatori dell'educazione degli adulti

Italia:Personale dirigente e altro personale dell'istruzione

Italia:Personale dirigente nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Personale responsabile del controllo della qualità nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Personale responsabile dell'orientamento nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Altro personale dell'educazione dell'infanzia e dell'istruzione scolastica

Italia:Personale dirigente per l'istruzione superiore

Italia:Altro personale dell'istruzione superiore

Italia:Personale dirigente nell'educazione degli adulti

Italia:Altro personale dell'educazione degli adulti

Italia:Assicurazione di qualità

Italia:Assicurazione di qualità nell'educazione della prima infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Assicurazione di qualità nell'istruzione superiore

Italia:Assicurazione di qualità nell'educazione degli adulti

Italia:Sostegno educativo e orientamento

Italia:Offerta per i bisogni educativi speciali all'interno dell'istruzione ordinaria

Italia:Offerta separata per i bisogni educativi speciali nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Misure di supporto agli alunni nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Orientamento e counseling nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Misure di supporto agli studenti nell'istruzione superiore

Italia:Orientamento e counseling nell'istruzione superiore

Italia:Misure di supporto ai discenti nell'educazione degli adulti

Italia:Orientamento e counseling in un approccio di lifelong learning

Italia:Mobilità e internazionalizzazione

Italia:Mobilità nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Mobilità nell'istruzione superiore

Italia:Mobilità nell'educazione degli adulti

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'educazione dell'infanzia e nell'istruzione scolastica

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'istruzione superiore

Italia:Altre dimensioni di internazionalizzazione nell'educazione degli adulti

Italia:Accordi bilaterali e cooperazione internazionale

Italia:Riforme in corso e sviluppi nelle politiche educative

Italia:Riforme nell’educazione e cura della prima infanzia

Italia:Riforme nell’istruzione scolastica

Italia:Riforme nell’istruzione e formazione professionale e nell’apprendimento degli adulti

Italia:Riforme nell’istruzione superiore

Italia:Riforme relative alle competenze trasversali e all’occupabilità

Italia:Prospettiva europea

Italia:Normativa

Italia:Glossario

La Repubblica italiana è formata, oltre che dallo Stato, dalle Regioni, dalle Città metropolitane, dalle Province e dai Comuni. Questi sono tutti enti autonomi che svolgono i propri poteri e funzioni nei limiti fissati dalla Costituzione (art. 114). Le Province sono state riformate nel 2014.

Lo Stato

L'Italia è una Repubblica parlamentare. Il Presidente della Repubblica è la più alta carica dello Stato. Viene eletto ogni sette anni dal Parlamento in seduta comune e da rappresentanti delle Regioni. Il Presidente rappresenta l'unità nazionale e svolge un ruolo super partes a garanzia degli equilibri istituzionali. Per questo, gli sono riconosciute funzioni di natura legislativa (per es. la promulgazione delle leggi approvate in Parlamento), esecutiva (per es. nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri) e giudiziaria (per es. presiede il Consiglio superiore della magistratura).

Il potere legislativo è affidato al Parlamento che si articola in:

  • Camera dei deputati eletta a suffragio universale diretto dai cittadini che hanno compiuto i 18 anni di età. La Camera è composta da 630 deputati, 12 dei quali eletti dagli italiani residenti all'estero. Sono eleggibili coloro che abbiano compiuto almeno 25 anni.
  • Senato della Repubblica eletto a suffragio universale diretto, su base regionale, dai cittadini che hanno compiuto 25 anni di età. Il Senato è composto da 315 senatori, sei dei quali eletti dagli italiani residenti all'estero. Sono eleggibili coloro che abbiano compiuto i 40 anni. Fanno parte di diritto del Senato gli ex-Presidenti della Repubblica e 5 cittadini nominati dal Presidente della Repubblica per meriti speciali.

Sia la Camera che il Senato durano in carica 5 anni.

Attualmente il Senato è oggetto di riforma costituzionale. La riforma prevede la sostituzione dell’attuale Senato elettivo con un Senato composto da rappresentanti delle regioni e dei sindaci, così come l’attribuzione di diverse funzioni all’interno del Parlamento. La riforma prevede anche diverse procedure per l’elezione del Presidente della Repubblica.

Il potere esecutivo è affidato al Governo, composto dal Presidente del Consiglio dei Ministri, dal Consiglio dei Ministri e dai singoli Ministri. Oltre alla funzione politica di indirizzo, il Governo svolge l'attività amministrativa diretta a realizzare i fini che lo Stato si pone. In via eccezionale - per necessità e urgenza o su delega del Parlamento - esercita anche il potere legislativo.

Tutto il settore dell'educazione, dal livello prescolare all'istruzione superiore, è di competenza del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR). Fa eccezione il percorso della formazione professionale iniziale triennale, di competenza regionale.

Il MIUR mantiene rapporti di collaborazione anche con altri ministeri, fra i quali: Ministero dell'Economia e delle Finanze (per es., per lo stanziamento e l'erogazione dei fondi necessari al funzionamento delle istituzioni scolastiche), Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (per es., per il collegamento fra scuola, mondo del lavoro e la formazione professionale), Ministero della Salute (per es., per l'educazione alla salute), Ministero della Giustizia (per es., per l'istruzione negli istituti penali minorili), Ministero degli Affari Esteri (per es., per l'organizzazione delle scuole italiane all'estero), Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (per es., per progetti di educazione ambientale), Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (per es., per l'educazione alimentare e ambientale), Ministero per i Beni e le Attività Culturali (per es., per l'organizzazione di sezioni didattiche presso musei e gallerie, teatri), Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (per es., per i progetti di educazione stradale).

Le Regioni

L'Italia è suddivisa in 20 Regioni, enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i principi fissati dalla Costituzione (art. 114). Cinque Regioni godono di un livello particolare di autonomia, sulla base di statuti speciali adottati con legge costituzionale.

Il potere esecutivo è esercitato dalla Giunta regionale, formata dagli assessori nominati dal Presidente della Giunta (o Presidente della Regione). Quest'ultimo rappresenta la Regione ed è eletto nelle modalità stabilite dalle singole leggi regionali. Tuttavia, se queste non stabiliscono diversamente, la stessa Costituzione prevede l'elezione del Presidente tramite suffragio universale diretto.

Il potere legislativo è esercitato dal Consiglio Regionale, organo collegiale eletto dai cittadini elettori residenti nel territorio. Il Governo, qualora ritenga che una legge regionale ecceda la competenza della Regione, può promuovere la questione di legittimità costituzionale dinanzi alla Corte Costituzionale e così la Regione ove ritenga che una legge dello Stato o di altra Regione abbia leso la sua sfera di competenza.

L'art. 117 ripartisce il potere legislativo fra Stato e Regioni nel seguente modo:

  • lo Stato ha legislazione esclusiva in una serie definita di materie, tra le quali rientrano la definizione delle norme generali sull’istruzione e la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale;
  • le Regioni hanno la potestà di legislazione esclusiva per tutte le materie che la Costituzione non riserva espressamente alla legislazione dello Stato. Fra queste, l’istruzione e la formazione professionale;
  • rispetto ad alcune materie, tassativamente elencate, le Regioni hanno una potestà di legislazione concorrente, nel senso che possono legiferare salvo che per la determinazione dei principi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato. Tra le materie riservate alla legislazione concorrente vi è l’istruzione, ad esclusione dell'istruzione e formazione professionale, sulla quale le Regioni hanno potestà esclusiva, e salva l'autonomia delle istituzioni scolastiche.

La riforma costituzionale in corso di approvazione prevede una re-distribuzione delle competenze fra Stato e Regioni e l’eliminazione della legislazione concorrente.

Per quanto riguarda le competenze specifiche delle Regioni in materia di istruzione, si rimanda allo specifico paragrafo.

Amministrazioni Locali

La Costituzione stabilisce che la Repubblica italiana è ‘costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato’ (art. 114).  Per una descrizione sintetica delle competenze delle amministrazioni locali in materia di istruzione, si rimanda allo specifico paragrafo.

Il comune

Il comune è l’ente territoriale di base, a contatto diretto con i bisogni della popolazione.

Il comune è amministrato dal sindaco, dalla giunta comunale e dal consiglio comunale. Il consiglio comunale ha potere di deliberare, nel rispetto delle leggi nazionali e regionali, per tutti i provvedimenti relativi alla organizzazione dei servizi di competenza. Il consiglio comunale è formato da rappresentanti eletti a suffragio universale dai residenti nel territorio di competenza.

La giunta comunale esercita il potere esecutivo del comune ed è formata da assessori nominati direttamente dal sindaco.

I comuni hanno (come anche le Regioni) autonomia finanziaria di entrate e di spesa e un proprio patrimonio.

La provincia

La provincia è una circoscrizione territoriale intermedia tra la regione e il comune, che raggruppa più comuni che per motivi geografici, storici, economici sono legati a un centro urbano detto capoluogo.

Le province, come istituzioni di rappresentanza diretta previsti dalla Costituzione, sono state riformate nel 2014: dieci province sono state trasformate in altrettante città metropolitane, mentre le rimanenti province sono state riorganizzate. A seguito della riforma, gli organi che amministrano le province e le nuove città metropolitane non sono più eletti direttamente dai cittadini a suffragio universale ma sono eletti da e fra i membri dei consigli comunali che formano la città metropolitana o la provincia.