Visit the new FARNET 2014-2020 website

Itinerario sul patrimonio alieutico nel nord della Polonia

FLAG: progetto di cooperazione tra nove FLAG polacchi che si estende su tre regioni del nord del paese - Pomerania, Pomerania occidentale e Varmia-Masuria

Questo esempio CLLD è disponibile anche in:

el

 

 

 

Nove FLAG polacchi hanno partecipato a questo progetto di cooperazione per sviluppare un itinerario turistico-didattico che mette in rete e promuove attrattive connesse con il patrimonio alieutico di tre regioni costiere della Polonia.

Il progetto è stato attuato per rispondere alla necessità di coinvolgere gli abitanti delle zone partecipanti nella promozione del patrimonio alieutico di ciascun territorio e nel rafforzamento dell’identità locale. Esso mirava altresì a valorizzare l’attrattiva delle zone di intervento dei FLAG, in particolare alla luce del crescente interesse riscontrato verso il turismo culturale.

Obiettivi del progetto:
- sviluppare il potenziale turistico delle zone di pesca puntando sul loro patrimonio alieutico;
- associare le persone, le imprese e le organizzazioni coinvolte per sviluppare il turismo alieutico;
- agevolare lo scambio di conoscenze ed esperienze tra i FLAG partecipanti.

In ogni zona partecipante, il progetto ha sostenuto la creazione di un Centro didattico e di promozione del territorio, che ha generalmente comportato la ristrutturazione o la costruzione ex novo di un apposito edificio. Questi centri sono i “punti focali” dell’itinerario, intorno ai quali possono svilupparsi nuove proposte. Gestiti dal personale dei FLAG, i centri assicurano un ampio ventaglio di attività didattiche, oltre a promuovere le principali risorse locali connesse con il settore della pesca. Ogni centro è dedicato a uno specifico tema, definito in funzione delle caratteristiche della zona (ad esempio “storia e patrimonio dell’attività alieutica”; “acquacoltura”; “cucina a base di pesce”; “ambiente marino”, ecc.). Il progetto prevede inoltre lo sviluppo di un’identità visiva dell’itinerario, tra cui un sito Internet, un opuscolo che descrive ogni Centro e le relative attrazioni e altri materiali promozionali. Le attività sono state realizzate congiuntamente dai FLAG partecipanti, uno dei quali (FLAG Bytow) ha svolto anche il ruolo di promotore e animatore del partenariato.

 

Mostra sulle tradizioni della pesca, FLAG Casciubia del Nord (foto: Anna Maraj)

 

Inaugurazione del percorso nel FLAG Mare della Masuria

  • Risultati: i nove Centri didattici e di promozione creati nell’ambito del progetto hanno continuato ad operare anche al termine del periodo di finanziamento, realizzando un’ampia gamma di attività didattiche e di altro tipo (nella regione della Casciubia, ad esempio, erano previste attività di educazione ambientale per le scuole, giochi sulla pesca e corsi di formazione sui mestieri locali; a Bytow, organizzazione di conferenze sull’ambiente e sull’economia circolare). I centri fungono inoltre da “trampolini di lancio” per altre attività dei FLAG, consentendo a questi ultimi di attingere ad altre fonti di finanziamento. In ciascuna zona hanno partecipato decine di piccole imprese (nella zona del FLAG Slowinska, ad esempio, venti imprese del settore ittico e altri dieci operatori sono stati coinvolti nella promozione del progetto, tramite ristoranti, hotel e punti di informazione turistica). Questo aspetto ha inoltre consolidato il senso di identità e la volontà di cooperare degli abitanti locali, e nuovi attori stanno ancora aderendo all’iniziativa.
  • Trasferibilità: il progetto dimostra che la cooperazione interterritoriale tra FLAG non solo è fattibile, ma può anche rivelarsi proficua. Indica altresì che è possibile abbinare azioni comuni e individuali: l’itinerario ha creato un concetto e un marchio comuni, ma le sue attività specifiche sono adattate in funzione delle peculiarità delle singole zone.
  •  Principali insegnamenti: nell’ambito del progetto è emersa l’importanza di avvalersi di una buona analisi del contesto e delle tematiche da affrontare, nonché di individuare chiaramente la o le parti specifiche della zona di intervento del FLAG dove è auspicabile sviluppare il turismo. In questa prima fase è altresì necessario tener conto del coinvolgimento della comunità locale. Le aspettative e i bisogni di tutti i partner devono essere esplicitati chiaramente sin dall’inizio e le attività del progetto devono essere adattate alla situazione specifica di ciascuna zona. Altrettanto importante è assicurarsi che i responsabili dei FLAG dedichino il tempo necessario alla definizione e al coordinamento delle attività tra i partner del progetto.
  •  Contributo all’obiettivo CLLD: diversificazione, promozione del patrimonio culturale e potenziamento delle risorse ambientali nelle zone di pesca e acquacoltura.


Informazioni sul FLAG

FLAG Distretto dei laghi di Bytow (Pojezierze Bytowskie), Polonia (partner coordinatore)
biuro (at) rllgd-pb.pl
+48 598221259
www.rlgd-pb.pl
Scheda del FLAG

Altri partner: FLAG Laguna di Szczecin (Zalew Szczecinski), FLAG Slowinska, FLAG Nord Casciubia (Polnocnokaszubska), FLAG Casciubia, FLAG Mare della Masuria (Mazurskie Morze), FLAG Grandi Laghi della Masuria (Wielkie Jeziora Mazurskie), FLAG Distretto del Lago di Olsztyn (Pojezierze Olsztynskie), FLAG Laguna della Vistola (Zalew Wislany).


Costo complessivo del progetto e finanziamento

 Coste total del proyecto
(ripartito tra nove FLAG):
€1 360 000
Sovvenzione FLAG (100% del costo complessivo del progetto):€1 360 000
 - Contributo dell’UE (FEAMP):€1 020 000
 - Altro contributo pubblico (regionale):€340 000

Información sobre el proyecto

  • Título oficial del proyecto en la lengua del Estado miembro en cuestión: Północny Szlak Rybacki
  • Título oficial del proyecto traducido al EN: Northern Fisheries Trail
  • Durata: luglio 2014 – giugno 2015
  • Data del caso di studio: ottobre 2016

Parole chiave: cooperazione tra FLAG, patrimonio legato alla pesca, diversificazione delle zone di pesca.